Mare, vacanze e turismo tra le isole della Dalmazia

Oltre al rilassante escursionismo naturalistico nel rigoglioso entroterra Croato, e al turismo balneare e storico nelle splendide città costiere del lunghissimo litorale Adriatico, chiunque voglia godersi una vacanza in Dalmazia, non può perdersi una visita alle numerose isole della riviera dalmata, in grado di riassumere contemporaneamente tutte le qualità di una vacanza perfetta, tra sole, mare, natura, divertimento e tanto relax!
L’arcipelago più settentrionale è quello delle Isole Quarnerine (Kvarner), un tempo sotto il dominio Italiano dell’Istria, ed oggi luogo di intenso turismo da tutta Europa. Tra le isole del Golfo del Quarnaro, potremo immergerci nella cultura scoprendo le antiche fortificazioni e costruzioni Bizantine e Veneziane, visitando le piccole e poco popolate isole di Cres, Mali Losinj e Veli Losinj, oppure tuffarci tra le discoteche e i divertimenti mondani della movida notturna a Krk e Baska.

Di sicuro effetto è poi Rab, che ci stupirà con la sua dicotomia tra un versante orientale completamente spoglio di ogni forma di vegetazione, dai magnetici paesaggi deserti che ci cattureranno in un’atmosfera di austera desolazione quasi sovrannaturale, contrapposto ad un versante occidentale dagli sgargianti colori del mediterraneo, tra vigneti, contorti boschi di ulivi e rigogliosi agrumeti che circondano piccole città medioevali dalle quali svettano come alberi dozzine di torri e campanili.

Se siamo alla ricerca di un luogo ameno e distante dai rumori della società moderna, l’isola che fa per noi è Meleda, l’isola che i greci chiamavano “miele” per l’appunto: un vero angolo di paradiso immerso nella natura, tra vaste foreste e splendide spiagge di roccia, alla ricerca degli suggestivi paesaggi che ipnotizzarono Ulisse per 10 anni nel suo leggendario viaggio di ritorno.

Sunset behind Učka mountain, Istria, Croatia. ...

Sunset behind Učka mountain, Istria, Croatia. View from the island of Krk across the Kvarner Gulf. (Photo credit: Wikipedia)

Menzione a parte meritano invece le Isole Incoronate (Kornati): un arcipelago di quasi 150 isole dai paesaggi aspri e silvestri, dove la natura tornata selvaggia si è riappropriata del terreno sottrattole dall’uomo, oggi protetto dall’urbanizzazione grazie alla creazione del Parco Naturale delle Kornati. Praticamente disabitate, le Incoronate sono un’oasi di verde e azzurro nel più cristallino Mar Mediterraneo, nel quale potremo immergerci alla scoperta della variopinta fauna marina, all’ombra delle maestose corone di roccia alte fino a 80 metri.

L’isola di Dugi Otok (Isola Lunga), è un altro angolino di pace marittima: raggiungibile solo in barca o in gommone, ci delizierà con i suoi paesaggi rocciosi quasi lunari, che svettano sulla costa immersa nella macchia mediterranea. Potremo passeggiare per trazzere sconnesse dove gli abitanti si muovono ancora a dorso di mulo, respirare il profumo della salsedine in spiagge desolate dove goderci il meritato relax, o immergerci nelle acque tiepide del denso lago salato circondato di pini marittimi.

Forse la più amata dai turisti è però la più grande delle isole della Dalmazia: Lesina (Hvar), dalle lunghe spiagge di sabbia profumate di lavanda. Qui potremo trovare lidi attrezzati con bar, discoteche e dj set, nonché i ben più moderni e lussuosi hotel dove trascorrere la nostra vacanza tra eleganti cocktail e movimentate serate di divertimento sfrenato.

Articolo a cura di: Dr. Claudio Butticè

Condivisioni
Leggi articolo precedente:
Saharun_s
Zara: quando la musica viene dal mare

Nello scorso articolo sulle bellezze della Dalmazia, abbiamo trattato di Zara (Zadar in croato), e delle sue ricchezze storiche, turistiche...

Chiudi